Pubblicazioni

Famiglia Arcobaleno

Quest’anno ho avuto il privilegio di essere ingaggiato dal Garante regionale per i diritti della persona per rappresentare con un ritratto di una Famiglia Arcobaleno l’impegno della regione Friuli Venezia Giulia nella lotta alle discriminazioni per orientamento sessuale.

Ciò avveniva soltanto pochi giorni prima che la nuova giunta regionale del leghista Massimiliano Fedriga cancellasse, con un prevedibile quanto demagogico colpo di spugna, il nome della regione dal novero di quelle partecipanti al progetto della Rete Ready (Rete nazionale delle Pubbliche Amministrazioni antidiscriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere), segnando un cupo passo indietro sul fronte della lotta per la conquista dei diritti civili (qui uno dei tanti articoli apparsi sui quotidiani locali e nazionali https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/05/31/friuli-venezia-giulia-con-fedriga-la-regione-esce-dalle-rete-contro-le-discriminazioni-per-orientamento-sessuale/4394047/).

Nel ritratto intitolato 7/7/’17, data del matrimonio fra Angela e Fabiola, scelto simbolicamente per ricordare il ruolo di primo piano che questa regione aveva ricoperto nella battaglia per il riconoscimento delle unioni civili fra coppie omosessuali, avevo apposto questa didascalia: “In questa foto nella foto io non vedo soltanto un matrimonio fra due persone, ma fra tutta una società civile e il suo progresso morale”.

http://www.comune.torino.it/politichedigenere/lgbt/lgbt_reti/lgbt_ready/